2 minutes reading time (427 words)

Ho ricevuto in dono la speranza

elementari-agno

Il 31 maggio, ho partecipato come ospite alla cerimonia finale della classe 4a e 5a B di Agno.

Magari ti ricordi dei miei piccoli scrittori stellari e delle loro maestre Sofia e Yvonne ( nel caso contrario puoi leggere tutto qui ), loro hanno dato vita a uno dei miei personaggi, il magico unicorno. Quando ho ricevuto l'invito dalle docenti ho accettato con entusiasmo senza sapere cosa prevedeva la serata, felice di rivedere questa classe a cui sono così affezionata. Arrivata in sede, mi sono seduta nelle file dietro in modo da  lasciare spazio ai genitori nelle prime file. Intorno a me c'erano vari cartelloni, che riassumevano il lavoro fatto durante l'anno. I bimbi schierati in prima fila con un look bianco e nero, chi elegante chi sportivo mi hanno salutato con sorrisi e alzate di mano, prima di andarsi a preparare.

Quello che è seguito dopo è stato un vero spettacolo di emozioni. Sul palco si è parlato di poesia, di gratitudine, di temi importanti e scomodi come il bullismo e l' emigrazione.

I ragazzi hanno detto il loro NO alla violenza anzi, lo hanno cantato e ballato sulle note di “Sarai forte, sarai bello ma ti manca il cervello” un motivo che ho scoperto essere stato premiato con il leone d'argento alla biennale di Venezia ( trovi il video originale qui, se hai dei figli faglielo vedere assolutamente) . Si sono calati nei panni di chi deve lasciare la propria casa e la propria famiglia per i motivi più diversi e con un gioco hanno fatto in modo che anche i genitori si immedesimassero con le storie di questi emigrati.

Durante la serata abbiamo anche potuto vedere un video originale di un'intervista allo scrittore Erri de Luca sui quali testi la classe ha lavorato durante l'anno.

Lo scrittore rispondeva alle domande degli allievi e spiegava che grande privilegio sia avere dei giovani che si interessino a lui e al suo lavoro.

Ecco, è questa la sensazione che ho avuto io, quella di essere stata una privilegiata ad aver assistito a questa serata e aver potuto entrare in punta di piedi, ancora una volta, in questa classe tanto speciale.

Ho lasciato la scuola, con il cuore colmo di emozione, e con la certezza di aver ricevuto da loro un grande dono, la speranza.

Il lavoro di docente, fa sempre discutere molto, in questa classe io ho visto il grande potenziale di questo "mestiere". Quello di istruire le nuove generazioni a essere persone migliori, a esprimere le proprie idee rispettando quelle altrui, a essere aperti al nuovo, al diverso, ai cambiamenti.

Che grande regalo ho ricevuto. Grazie.

Giò

ornitorinco.png - 40.17 kb

 

 

 

 

 

Crea con noi - Borsa in fettuccia e jeans
una pausa per crescere
 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Already Registered? Login Here
Guest
Martedì, 20 Agosto 2019
If you'd like to register, please fill in the username, password and name fields.